• Home
  • Condizioni di vendita

Condizioni di vendita

CONDIZIONI DI VENDITA

I partecipanti all’asta sono tenuti all’osservanza del presente regolamento, che dichiarano di accettare senza riserve

1. Premessa

Quanto forma oggetto della vendita è di proprietà di terzi, che ne garantiscono la lecita provenienza. La NumismaticaVaresi s.a.s. agisce esclusivamente quale mandataria nell’interesse e nel nome di ciascun venditore, i cui dati sono riportati dei registri di P.S. Gli effetti della vendita influiscono direttamente sul venditore: nei confronti dell’aggiudicatario o di terzi in genere la Numismatica Varesi s.a.s. non acquista diritti né assume obblighi in proprio oltre a quelli derivanti dalla propria qualità di mandataria. In particolare si precisa che la presente vendita costituisce contratto aleatorio ed é quindi esclusa la garanzia per l'evizione, ai fini e per gli effetti dell'art. 1488 comma 2 del Codice Civile

2. Autenticità e conservazione

  1. Quanto proposto è stato attentamente esaminato e ritenuto autentico (vedi anche punto 8).
  2. Lo stato di conservazione indicato in catalogo è frutto della nostra personale esperienza ed è formulato in maniera rigorosa. Tuttavia invitiamo i Sigg. Clienti a recarsi di persona o ad incaricare un proprio esperto al fine di visionare direttamente i lotti di proprio interesse.

3. Catalogazione e fotografia

  1. Per la catalogazione del materiale ci si è avvalsi dei testi più qualificati, dei quali viene sempre indicato il relativo numero di riferimento. Queste indicazioni non hanno altro scopo se non agevolare il collezionista nella ricerca degli esemplari di proprio interesse e non costituiscono vincolo alcuno.
  2. La maggior parte dei lotti è stata fotografata, al fine di fornire una idea di massima anche a chi non ha la possibilità di presenziare all’asta. Nel caso in cui ad una fotografia venga attribuito un numero di catalogo errato, quello che fa fede è il testo e pertanto non verranno ammessi reclami in merito, in quanto i lotti vengono venduti con la clausola “come visti piaciuti”

4. Basi d’asta

La cifra indicata in catalogo costituisce la base d’asta, al di sotto della quale non vengono accettate offerte.

5. Visione del materiale

I lotti proposti saranno visibili al momento dell’esposizione oppure, previo appuntamento, negli uffici della Numismatica Varesi nei giorni precedenti l’asta. La visione del materiale ha lo scopo di verificare lo stato di conservazione degli oggetti posti in asta e la presenza di eventuali difetti (vedi punto 2/2).

6. Partecipazione all’asta

  1. Si può partecipare all’asta di persona oppure tramite offerte scritte da far pervenire entro le ore 17 del giorno precedente l'inizio dell’asta, mediante lettera, fax, e-mail o telefono (in quest’ultimo caso è necessaria la conferma scritta). La Numismatica Varesi non applicherà nessuna spesa aggiuntiva per la cura delle commissioni.
  2. Gli scatti minimi per le offerte scritte devono essere di Euro 5 per i piccoli importi. Eventuali offerte con importi differenti verranno arrotondate per difetto o per eccesso. (es. offerta Euro 182 verrà registrata come Euro 180 ed Euro 178 come Euro 180)
  3. E’ possibile indicare nel modulo d’ordine lotti alternativi a quelli preferenziali: tali offerte verranno prese in considerazione unicamente prima della vendita e solo nel caso in cui i lotti preferenziali fossero già oggetto di commissioni scritte di entità superiore
  4. Le commissioni che recano offerte non ben definite (es. "al meglio", "prendere", "tot% in più della massima offerta") non verranno prese in considerazione

Importante: La legge ci impone l'obbligo di identificazione degli acquirenti all'asta, pertanto gli offerenti sono tenuti a fornire Codice Fiscale e copia di un documento in corso di validità. Gli acquirenti esteri dovranno comunicare anche data e luogo di nascita.

6a Partecipazione all’asta tramite telefono

  1. La Numismatica Varesi si riserva il diritto di non accettare richieste di partecipazioni telefoniche per lotti con base d'asta inferiore ad Euro 500,00
  2. La partecipazione telefonica deve essere concordata entro e non oltre il giorno 4 ottobre 2016. In caso di accettazione da parte della Numismatica Varesi il partecipante deve perfezionare tale richiesta, inviandola a mezzo email o fax almeno 48 ore prima dell'asta e deve contenere: numero del/i lotto/i, recapito telefonico, dati anagrafici completi e firma.
  3. Nel caso di impossibilità da parte della Numismatica Varesi a raggiungere telefonicamente il cliente, per qualsiasi motivo (linee occupate o malfunzionamento delle stesse, erronea trascrizione dei recapiti telefonici o dei numeri dei lotti) nulla potrà essere addebitato alla Numismatica Varesi.

7. Aggiudicazione e ritiro del materiale

  1. Nel caso di offerte scritte di pari entità il lotto verrà aggiudicato alla prima commissione registrata.
  2. Offerte scritte plurime: prima offerta Euro 700, seconda offerta Euro 500. Il lotto verrà aggiudicato alla prima offerta, ad Euro 550 (500+10%). Nel caso il divario tra le due offerte fosse inferiore al 10% il lotto verrà assegnato alla massima offerta ricevuta, alla cifra piena.
  3. Gli scatti delle offerte in sala, normalmente del 10% circa, saranno a discrezione del direttore di vendita.
  4. Al prezzo di aggiudicazione vanno aggiunti i diritti d’asta in misura del 18% I.V.A.inclusa
  5. Gli acquirenti presenti alla vendita devono ritirare quanto a loro aggiudicato entro il termine dell’asta, provvedendo al pagamento tramite contanti (fino ad € 3.000,00) o assegno circolare. Coloro invece che acquistano a mezzo ordine postale devono eseguire il pagamento immediato alla ricezione del plico con trassegno (per importi fino a Euro 3.000 salvo variazioni regolamento Poste Italiane), oppure anticipatamente alla spedizione (indicare sull’ordine il sistema preferito)
  6. La spedizione sarà effettuata a mezzo plico assicurato. Il costo della spedizione è pari allo 0,5% dell'importo aggiudicato (min. Euro 8 per ogni assicurata convenzionale ed Euro 13 per ogni plico contro-assegno) e include l'assicurazione contro il furto. In alternativa è possibile richiedere l’invio tramite corriere privato, i cui costi verranno quantificati al momento della spedizione.
  7. I concorrenti all’asta tramite ordine postale sono tenuti ad informarsi delle eventuali aggiudicazioni, chiamando lo 0382.570685 dal secondo giorno successivo alla vendita.
  8. Esportazione - Salvo differenti accordi le domande di esportazione devono essere inoltrate dagli acquirenti. Eventuali dinieghi non potranno in alcun modo annullare la vendita; l’acquirente sarà quindi tenuto a pagare il corrispettivo in fattura. I tempi per ottenere le necessarie autorizzazioni non sono quantificabili con precisione anche se, generalmente, vengono rilasciate in 10/12 settimane . L'inoltro della pratica non ferma i termini di pagamento della fattura, che deve essere interamente saldata entro 15 giorni dal ricevimento della stessa.

7.2 Pagamenti (per coloro che non sono presenti all'asta)

La rimessa di quanto dovuto potrà essere effettuata tramite:
a) Assegno bancario o circolare intestato a Numismatica Varesi s.a.s. o vaglia postale
b) Bonifico bancario sul C.C. 2977 della UBI-Banca Popolare Commercio e Industria, ag. 341 di San Martino Siccomario (PV), CAB 56210, ABI 05048, CIN Q (preferibilmente inviando tramite fax o raccomandata la ricevuta della Banca) IBAN IT 42 Q 05048 56210 000000002977

8. Contestazioni

Viene ammesso reclamo:

1. Entro 1 anno dalla ricezione per dubbi sull’autenticità o per gravi difetti occulti

2. Per disservizi postali che cagionino un danno o una perdita, anche parziale, del contenuto del plico (il reclamo deve essere fatto immediatamente al postino, all’atto della ricezione del plico) Vedi # 8.8

Non viene ammesso reclamo:

3. In merito allo stato di conservazione, essendo la valutazione dello stesso strettamente personale e l'acquisto vincolato dalla clausola “come visto, piaciuto”

4. Per difetti citati in catalogo o facilmente riscontrabili in fotografia

5. Per tutto quello che riguarda i lotti multipli (conservazione, composizione ecc.)

6. In caso l’acquirente abbia tenuto un comportamento in contrasto con il presente regolamento

Modalità per il reclamo

7. L’invio del materiale contestato deve essere effettuato mediante assicurata, non contrassegno (pena il rifiuto della stessa) e utilizzando imballaggio idoneo. Il mittente è direttamente responsabile della cura del materiale fino alla consegna dello stesso alla Numismatica Varesi. Quanto oggetto di contestazione deve essere reso nelle medesime condizioni d'origine e libero da qualsiasi vincolo e/o controversia con terzi.

8. Nel caso di furto postale il cliente dovrà trasmettere tutta la documentazione in suo possesso (dichiarazione al postino e denuncia effettuata ai Carabinieri o alla Polizia Postale)

9. Varie

  1. Il direttore della vendita ha il diritto, durante la vacazione, di raggruppare, dividere o ritirare i lotti ed eventualmente variarne l’ordine di battitura. Questo vale anche in caso di contestazione su una aggiudicazione.
  2. Per gli oggetti sottoposti a notifica dello Stato, ai sensi degli Artt. 2, 3, 5 della Legge 1089 del 1/6/1939, gli acquirenti sono tenuti all’osservanza delle relative disposizioni vigenti.
  3. Ogni acquirente è direttamente responsabile degli acquisti effettuati e non può pretendere di aver agito per conto di altre persone o Enti.
  4. Il direttore della vendita, a suo insindacabile giudizio, può fare allontanare chiunque disturbi od ostacoli lo svolgimento delle gare. A tal scopo può chiedere l’intervento della forza pubblica per fare espellere coloro che non ottemperino al suo invito ad allontanarsi dalla sala delle vendite.

Per ogni controversia il Foro competente esclusivo è quello di Pavia


Aste attive